“uno studio trasportistico
dal respiro Europeo”

ScanMED: studio per lo sviluppo del corridoio ferroviario commerciale europeo Nord-Sud

Località

Europe

Periodo di esecuzione

2013 – 2014

Importo del servizio

€ 289.400

Cliente

Deutsche Bahn

Oggetto dell’incarico

Studio Trasportistico di Mercato (TMS)

Descrizione

Per rendere competitiva la rete europea di trasporto merci ferroviario, il regolamento UE 913/2010 stipula l’attuazione di nove primi corridoi trasportistici merci e un pacchetto di misure per migliorarne l’efficienza. Il collegamento ferroviario “Oslo/Stoccolma – Malmö – Copenaghen – Amburgo – Innsbruck – Verona – Palermo” consiste nel Rail Freight Corridor n.3 (RFC 3).

L’obiettivo principale del Transport Market Study (TMS) è stato fornire ai Gestori dell’infrastruttura di RFC 3 informazioni specifiche e consigli per lo sviluppo del mercato merci e la futura domanda dei clienti lungo il corridoio. Pertanto lo studio si connota come un prerequisito importante per l’implementazione del RFC 3.

Al fine di raggiungere questi obiettivi lo studio si concentra sui seguenti temi principali:

  • Analisi e valutazione dell’attuale situazione del mercato dei trasporti che copre tutte le modalità
  • Previsione dello sviluppo del mercato basato su un’analisi dello sviluppo dei trend socio-economici
  • Analisi dei punti di forza, dei punti deboli, delle opportunità e delle minacce (SWOT) del traffico merci ferroviario nel corridoio
  • Definizione degli interventi operativi e organizzativi sul traffico ferroviario al fine di migliorare la competitività del settore e per soddisfare adeguatamente la domanda del mercato
  • Assistenza ai Gestori dell’infrastruttura e all’Organismo di assegnazione per definire i parametri per l’assegnazione del percorso ferroviario

Nel dettaglio,  la ricerca ha investigato i numeri in gioco in termini di domanda di spostamento di merci lungo la fascia attraversata dal corridoio; le necessità degli stakeholder alle quali dare una risposta; gli elementi relativi alle infrastrutture e ai servizi di modalità di trasporto alternative che avrebbero potuto influenzare l’appetibilità del corridoio.

Cliente del progetto era il gruppo dei gestori delle infrastrutture dei paesi attraversati (per l’Italia RFI) coordinati dalla DB (Ferrovie Tedesche): i consulenti erano una cordata di società, una per ogni Paese attraversato, coordinati dal consulente tedesco. NET Engineering ha sviluppato lo studio per la parte nel territorio Italiano per conto del gestore RFI. Il Transport Market Study ha, così, assolto alla funzione di strumento a supporto dei gestori delle infrastrutture ferroviarie dei diversi Paesi attraversati per coadiuvarli nelle scelte di finanziamento, nell’attivazione dei servizi e nella definizione delle priorità degli interventi infrastrutturali.

Parte integrante del progetto è stata l’organizzazione di interviste modulate sugli stakeholders (poli e operatori logistici, autorità e operatori portuali, grandi poli produttivi, compagnie ferroviarie, etc.) per comprenderne problemi, necessità, aspettative.

Lo studio ha affrontato e superato con ottimi risultati due tematiche di grande rilevanza:

  • il reperimento dei dati per la quantificazione della domanda merci – l’unica fonte vera è costituita da Eurostat. (Occorre considerare che il mercato del trasporto merci, specialmente in Italia, è estremamente frammentato e non esistono fonti di dati ufficiali ad un livello di dettaglio utile ad uno studio approfondito);
  • lo svolgimento delle interviste agli stakeholders: soggetti spesso eterogenei, geograficamente sparsi e portatori di interessi diversi.

Un progetto dal respiro profondamente Comunitario che ha esplorato da un punto di vista qualitativo, quantitativo e tecnico il tema rilevante dei corridoi europei per la mobilità, comprendendone le dinamiche, le criticità e le prospettive per il domani.

Condividi su