NET Engineering is a brand of the group

NET Engineering International

Find out more

“una verifica puntuale della compatibilità dei nuovi treni con la rete ferroviaria esistente”

RILIEVO LASER RAIL PER ANALISI LINEE FERROVIARIE DELLA SARDEGNA

Località

Sardegna

Cliente

STADLER AG – ARST S.p.A.

Periodo

2014

Oggetto dell’incarico

Rilievo Laser Rail delle linee ferroviarie;
Analisi di Circolabilità e verifica di sicurezza allo svio

Descrizione

La rete ferroviaria gestita da ARST S.p.A. è articolata in cinque linee, tutte a scartamento ridotto, e si sviluppa per complessivi 205 km circa, così suddivisi: Monserrato – Isili di 71 km, Macomer – Nuoro di 60 km, Sassari – Alghero di 30 km, Sassari – Sorso di 10 km e Sassari –Nulvi di 34 km. La rete è stata costruita nella prima metà del XX secolo, con criteri improntati al risparmio economico, e risulta per tale ragione molto tortuosa e con rilevanti limiti dimensionali del tracciato.

In ragione degli importanti investimenti previsti per il rinnovamento della flotta dei rotabili, si è dunque resa necessaria un’analisi dellacircolabilità sull’intera rete ferroviaria ARST delle nuove automotrice Diesel-elettriche Stadler, attraverso una verifica puntuale della compatibilità della sagoma dei nuovi treni con il Profilo Minimo degli Ostacoli (PMO) rilevati sull’infrastruttura.

L’analisi è stata realizzata attraverso un innovativo sistema di rilevazione in continuo, integrata con alcuni rilievi statici in situazioni di particolare criticità. Il sistema utilizzato, denominato MMS – Mobile Mapping Systems “Laser Rail”, è costituito da una piattaforma, installata su carro ferroviario, alla quale sono collegati e sincronizzati più strumenti di rilievo quali laser scanner, camere digitali, piattaforme inerziali, sistema GPS e computer per la memorizzazione dei dati.

Tale sistema è in grado di fornire un ampio spettro di dati sia di tipo topografico, costituiti dalle nuvole di punti rilevate dal laser scanner, sia di tipo video o immagini georeferenziate, consentendo il censimento di tutti gli elementi che vanno a comporre la sagoma dell’infrastruttura in ambito ferroviario. Il raggio di azione del sistema è di circa 150 metri.
A valle dell’attività di campo, i dati sono stati verificati e rielaborati al fine di ricostruire il modello tridimensionale dell’intera rete infrastrutturale.

E’ stata dunque verificata la compatibilità del profilo dell’infrastruttura con la sagoma (ingombro statico e profilo cinematico) delle nuove automotrici; la verifica ha evidenziato alcune criticità, sia sulla linea (interferenze puntuali con la sagoma di alcune opere d’arte che, in maniera più diffusa, con la vegetazione) che con i marciapiedi di stazione.Con i dati rilevati, inoltre, è stata eseguita la verifica allo svio del rotabile in esame nelle varie condizioni di marcia.

Condividi su