“Il lotto più importante
di un’infrastruttura cruciale per la Sardegna”

Allargamento a 4 corsie della SS 597 SASSARI-OLBIA, LOTTO 7

Località

Sardegna

Periodo di esecuzione

2013

Importo dei lavori

103 M €

Cliente

ANAS S.p.A.

Oggetto dell’incarico

Progetto Esecutivo

Descrizione

L’allargamento a 4 corsie della strada statale n. 597 “Sassari-Olbia” rappresenta un fondamentale intervento di potenziamento di un’infrastruttura strategica per lo sviluppo e le prospettive di crescita dell’isola. La Sassari Olbia, principale collegamento tra la costa ovest e quella est del nord della Sardegna, è infatti interessata da volumi di traffico troppo impegnativi per l’attuale sezione stradale e presenta delle condizioni di sicurezza estremamente critiche.

L’incarico sviluppato da NET ha riguardato il lotto 7, tra le progressive chilometriche 61+450 e 68+600, per un’estensione complessiva di oltre 7 km, nei quali è prevista la realizzazione di rilevanti opere d’arte (6 ponti e viadotti, 2 cavalcavia, 1 cavalcaferrovia).

Obiettivo fondamentale del progetto è stato quello di migliorare le condizioni di sicurezza della strada esistente, anche attraverso provvedimenti per il controllo della velocità e per la riduzione dei tempi di intervento in caso di incidenti, e di ottimizzarne l’integrazione della nuova infrastruttura con la rete secondaria attraverso l’adeguamento degli svincoli e delle intersezioni.

Il progetto prevede l’utilizzo di sistemi tecnologici ITS per il monitoraggio continuo dei flussi di traffico, per la misurazione dei dati atmosferici, per il controllo della qualità delle acque di piattaforma,  per  il  rilevamento  di  urti  o  particolari  condizioni critiche nel manto stradale, al fine di assicurare un adeguato livello di comfort e sicurezza per gli utenti.

L’inserimento ambientale dell’opera è stato attentamente curato, attraverso lo studio del verde, del suo processo dinamico-vegetazionale e della segnaletica paesaggistica.

Anche il progetto di cantierizzazione è stato sviluppato con l’obiettivo di garantire i massimi livelli possibili di sicurezza, di ottimizzare le condizioni di deflusso del traffico veicolare e di minimizzare gli impatti sul territorio anche attraverso un’attenta gestione dei movimenti di materia.

Condividi su