LIBRO_PDest_700x853

“la porta della città di Padova”

Nodo viario e viadotto di Padova Est

Località

Padova (Italy)

Periodo di esecuzione

2002 – 2005

Importo dei lavori

€ 44.760.000

Cliente

Comune di Padova

Oggetto dell’incarico

Studio Trasportistico, Studio di Prefattibilità Ambientale, Progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, Direzione Lavori, Coordinamento per la Sicurezza in Progettazione ed in Esecuzione

Descrizione

Il   nodo  viario  in  corrispondenza  all’uscita  autostradale  di Padova Est e dell’infrastruttura di collegamento fra Corso Argentina e la S.S. n. 307 rappresenta un crocevia di primaria importanza della rete viaria urbana e regionale, dove si concentrano e compenetrano flussi veicolari di ragguardevole dimensione  provenienti  da  sei  distinte  direttrici.  La sistemazione del nodo viario è stata studiata con il  metodo della cosiddetta “ingegneria di sistema”, che permette d’integrare tutte le specialità coinvolte nel progetto, dall’urbanistica agli studi trasportistici, dall’ambiente all’ingegneria strutturale, alla geotecnica e cantierizzazione.

L’opera più significativa è rappresentata dal raccordo tra Corso Argentina e la S.R. 308 (1,8 km con sezione tipo B a tre corsie  per  senso  di  marcia)  che  scavalca  in  viadotto  l’area antistante il casello autostradale e la viabilità urbana di Padova Est. Il viadotto è interamente in acciaio, con una luce complessiva 550 m a 11 campate; l’opera è caratterizzata da tre archi in acciaio (di luce 150 m, alti 25 m sul piano stradale), sovrastanti l’impalcato, i quali, oltre ad assolvere la funzione di illuminare il viadotto, riprendono una forma caratteristica dell’architettura padovana, che, da tipica città porticata, ritrova nell’arco uno dei suoi elementi più ricorrenti.

A nord è inoltre previsto il riassetto dello svincolo tra la S.R. 307 e il cd. Arco di Giano con l’adeguamento del viadotto esistente, la progettazione delle nuove rampe e sottopassi, che avranno la  funzione  di  collegare  l’area  di  Padova  Est  alla  viabilità  di futura realizzazione “Arco di Giano” che condurrà al centro cittadino.

Condividi su